Holy EYE

CERTIFIED

MAGAZINE ONLINE DI ARTE E SCIENZA

L’arte benefica del burattinaio
Intervista a Francesco Ferraiolo

In fine ’800 il mio bisnonno, mentre camminava nella villa comunale di Napoli, vide un signore che faceva le “Guarattelle” (il burattino antico, composto da una testa di legno scolpita e un pezzo di stoffa). Una di queste due era appunto Pulcinella.

L'uomo più saccente del mondo
Intervista a Stefano Tassoni

Cosa vuoi fare nella vita? Mi piacerebbe saperlo. E infatti lo so. Evolvendo nel volgare il verbo latino “sapio” (= io so), come in tutti i casi in cui una parola latina evolve, sono possibili due soluzioni: una dotta per cui “sapio” da “sapienza”, l’altra popolare per cui “sapio” evolve in “saccio”. È semplicemente l’evoluzione del nesso consonantico P+J che se non può modificarsi rimane invariato.

Da barman a showman
intervista a Franco Trentalance

Cosa ti ha spinto verso il mondo hard? Rendere la mia più grande passione un mestiere. Volevo diventare un professionista nel campo che da sempre mi affascinava maggiormente. Che lavoro facevi prima? L’istruttore di tiro con l’arco nei villaggi turistici e il barman sulla riviera romagnola.

Le donne e il mondo dell’hard
Intervista a Greta Martini

So che l’afflusso delle e-mail di richiesta da parte degli uomini per partecipare ai provini hard è ingente. Quali sono le reali possibilità di essere chiamati per le selezioni? In realtà le possibilità sono quasi nulle. Entrare nel mondo dell’hard non è una cosa semplice.

L’altra Hollywood
Intervista a Riccardo Schicchi

Qui con me c’è il regista di film hard Riccardo Schicchi, con lui Mercedes Ambrus. Diventare uno scrittore a tempo pieno è per me un sogno quanto lo è stato per Raymond Carver. La vita, con i suoi doveri e le responsabilità, pesa gravemente sulle mie spalle. Sogno la vita dei grandi scrittori mentre lavoro come cameriere o quando mi metto in fila alle poste per pagare le bollette.

Le anime dimenticate
Intervista a Sabino, l'artista di strada

78 anni. Sabino, l’artista. Whiskey sotto l’ascella, carboncino in mano e la mitica frase “carta pane!” Ed ecco che il cameriere porta la “tela” un po’ unta sui lati e lui prepara il soggetto sulla sedia, lo scannerizza con occhi di falco e, in un italiano da un dente solo, dice “Fermo. Sei mio!” Lo trovi al “Posto 9”, uno chalet-ristorante di Martinsicuro che frequenta come fosse casa sua.

Da Russ Meyer ai discopub
Intervista alle Pussycats

Come avete cominciato? In un circolo privato, “La tana delle tigri”. Una nostra amica metteva i dischi glam-hard rock anni ’80 e noi ci siamo ritrovate lì a ballare. Il proprietario del locale e i collaboratori ci hanno notato e ci hanno visto come possibile gruppo ed è nato il progetto di dj set e animazione “Lia & The Pussycats”. In seguito abbiamo continuato solo con l’animazione. Ora siamo in tre: Ty, Faith e Jenny.
cartmagnifiercrossmenucross-circle linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram